Come gestire l’ansia del pre-partita

buffon-cannavaro
In partita come in allenamento e in allenamento come in partita
20 ottobre 2017
diario
Il diario del campione
16 novembre 2017
Mostra tutti

Come gestire l’ansia del pre-partita

ansia-sport-come-sconfiggerla-semplici-rimedi

La gestione dell’ansia pre-partita è uno dei problemi ricorrenti che mi vengono quotidianamente sottoposti. Difficile dare risposte univoche e valide per tutti; ogni calciatore ha il suo carattere, temperamento, storia personale. Alcune strategie, tuttavia, possono essere d’aiuto a chiunque senta lo stomaco stringersi nell’imminenza del match.

Intanto iniziamo con il dire che un livello moderato di ansia è necessario per raggiungere una prestazione ottimale. Ciò che conta è la capacità di gestire il carico eccessivo di pressione e riuscire a passare dalla condizione di “terrorizzato” alla condizione di “gasato”.

Ecco, in breve, alcune tecniche per aiutarti a vincere l’ansia da prestazione (Jim Afremow ne parla diffusamente nel suo saggio “Mente da campione”).

  • Arriva alla partita ben preparato

Più sei allenato e preparato per una competizione, è meno la temerai. Prima della gara, ricorda  sempre a te stesso che ti sei preparato meglio che potevi.

  • L’ansia è naturale

Non importa quanto possano sembrarti tranquilli gli altri 21 che stanno per scendere in campo, è molto probabile che stiano sperimentando i tuoi stessi livelli di ansia… o anche di più!

  • Alleati con l’ansia

Non tentare di sbarazzarti dell’ansia, piuttosto canalizzala per gareggiare meglio. Rivolgiti frasi come: “sono pronto, il mio corpo sta preparandosi alla prestazione, sono un gladiatore che sta per entrare nell’arena”

  • Respira profondamente

Una buona respirazione riduce l’ansia liberando la tua mente dalla nebbia e attenuando la tensione fisica. Inspira contando fino a cinque, trattieni il fiato contando fino a tre, espira contando fino a otto

  • Usa l’immaginazione

Conferisci al sentimento dell’ansia una forma immaginaria (ad esempio una grossa pietra). Dopodiché collocala in un luogo o in un contenitore sicuro che ti proteggerà dalla tua stessa emozione. E’ importante che tu capisca di essere più grande e forte dei sentimenti ansiosi che provi.

  • Stai nel “qui e ora”

Lascia perdere i pensieri relativi al risultato finale. Rimani focalizzato sul giocare ogni minuto al meglio delle tue possibilità

  • Prenditi alla leggera

Stai per disputare una partita di calcio, non per fare una gastrocoscopia!! Ridici su, chiediti: “Qual è la cosa peggiore che potrebbe accadere? Sbagliare due gol? Pazienza!!!! Li farò la prossima volta. Sono qui per divertirmi!”

Marco Cassardo
Marco Cassardo
è scrittore e mental coach dei calciatori. Si è formato in Coaching e Programmazione Neurolinguistca (PNL) conseguendo i titoli di Coach Certificato ICF (International Coach Federation) e Master Practitioner in PNL. Ha scritto il saggio sportivo "Belli e dannati" (Limina, 1998, 2003) e tre romanzi: "Va a finire che nevica" (Cairo 2007), "Mi manca il rosso" (Cairo 2009),"Un uomo allegro" (Miraviglia Editore, 2014). Nel marzo 2016 è uscito il suo libro dedicato all'allenamento mentale dei calciatori: "Campioni si diventa" (Cairo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *